Etichette

bambini (191) cucito (154) un po' di me (147) Riciclo creativo (119) cucina (50) Natale (44) bijux (37) lettura (18) Collaborazioni (17) punto croce (16) anti crisi (12) informazioni (11)

COLLABORAZIONI

Sei un azienda produttrice o venditrice di tessuti e altro materiale dedicato al cucito e al mondo delle creative?
contattami! Saro ben felice di provare e recensire i Vostri prodotti

mercoledì 27 settembre 2017

Volevo solo comprare un paio di scarpe!!!!!!!!

E aggiungo nemmeno mie ma di mio figlio! ma una cosa così semplice come è successo che si è trasformata in un'odissea? 
Facciamo un passo indietro...torniamo a ieri pomeriggio quando dopo la lezione di pattinaggio l'insegnante mi dice gentilmente che dalla prossima lezione CIOE' GIOVEDI (e ieri era martedì) servirebbero oltre ai pattini anche un paio di scarpe da ginnastica...

ok dico...mentre torniamo a casa in macchina faccio passare con la mente tutte le scarpe di Nic:
- scarpe per andare a scuola mezze distrutte da sostituire al più presto SEGNA LAURA SEGNA 
- scarpe per ginnastica CHE SONO  A SCUOLA
Ergo URGE COMPRARE SCARPE NUOVE -_____________________-
Sempre mentre sono in macchina in mio cervello comincia a fare queste associazioni (NON RIDETE IL MIO CERVELLO ORMAI FUNZIONA PROPRIO COSì)
- Oggi Martedì...giovedì è dopodomani...mercoledì devo comprargli le scarpe-ovviamente pomeriggio e dopo le 16.00 - con Alessia annessa...SALE LA SALIVAZIONE
- Mercoledì dovevo fare qualcosa...pensa Laura pensa...O_O i compinti per Giovedì....OTTIMO ce la posso fare!

Arriviamo a casa di corsa Nicholas si butta fuori "Nicholasssssss vieni che devi lavarti " "siii mamma un attimo" (devo ancora comprendere a quanto corrisponde questo attimo appena lo scopro ve lo dico) parlo da sola ad alta voce mentre tento di far entrare entrambi, mia suocera sente che parlo di scarpe, compiti...si propone SE RIESCE a venire lei a tenermi Alessia così che io posso andare con Nic a prendere le scarpe (SALVEZZAAAAAAAAA VEDO UNO SPIRAGLIO DI LUCE!!!!!!! ) 

Per farmi capire che sarà un mercoledì leggerissimo Alessia sta notte dorme un cavolo...si sveglia alle 4 di notte urlando DI LAAAAAAAAAAAAAAAAAAA UCEEEEEEEEEEEE DI LAAAAAAAAAAAAAA sconsolata mi alzo con un occhio chiuso e l'altro pure arranco fino al divano con lei in braccio..la guardo...DORME O_o tento di alzarmi PIANGE...ok restiamo qui...
Mi sveglio sentendo dei rumori...sono le 07,30 Nic sta girando in salotto dicendo non so cosa e mio marito gli sta preparando la colazione (SANTO MARITO!)

Arrivano le 15.40 nessun messaggio dalla suocera...questo vuol dire solo una cosa...non ha ancora finito il suo impegno e quindi IO+ALESSIA+NICHOLAS+SCARPE = O_o

Ma si Laura forza e coraggio lo fanno tutte no? che vuoi che sia CE LA PUOI FARE CE LA PUOI FARE CE LA PUOI FARE e così ti dirigi a scuola...ah dimenticato OVVIAMENTE ALESSIA NON NE HA VOLUTO SAPERE DI FARE IL RIPOSINO POMERIDIANO QUINDI SARA' UNA BAMBINA DOLCISSIMA E SOCIEVOLE COME LA BAMBINA DELL'ESORCISTA.

Ormai sono a scuola...eccolo esce...mamma mia sembra uscito da un letamaio...buco sulla gamba dx...maglietta gialla che sembra maculata...pantaloni blu con 278336\6356\2 chiazze bianche....fa niente non ce la posso fare ad andare a casa cambiarlo e ripartire si va così!!!!!!

Ho due opzioni dove andare  a comprare le scarpe:
- un  negozio grande non all'interno del centro commerciale
- un negozio grande all'interno del centro commerciale

penso...negozio+centro commerciale+toys+mcdonalds= MA TE SEI SCEMA

Beneeeeeeee bambini andiamo in quel negozio vicino all'autostrada! (sorriso 2321736752 denti)...sorriso andato MI RACCOMANDO COMPORTATEVI COME BAMBINI E NON COME SCIMMIE...NICHOLAS PER FAVORE SO GIA' CHE TUA SORELLA SARA' INGESTIBILE AIUTAMI TU CHE SEI GRANDE

Alessia: manco mi considera 
Nicholas : certooooooooooooo mamma

Siamo arrivati (ma su dai Laura andrà benissimo entri 10 minuti e te ne vai...) scarico il passeggino...Alessia ci entra senza storie (yupppiuiiiii) Nicholas accanto...entro...

Nicholas: MA QUESTO POSTO E' NOIOSOOOOOOOOOOOOOO
IO: COMPRARE LE SCARPE E' NOIOSO BUONO ED ENTRA
(-_________________________________________-)

Entro...cerco subito le scarpe da ginnastiche quelle economiche (per due ore a settimana non ho intenzione di spendere cifre) Nic va nell'angolo bambini...Alessia lo vede ANCHE IOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO ma ovviamente non posso lasciarla li mentre giro per il negozio...quindi dopo averla vista mettersi in piedi nel passeggino la prendo in braccio e vado alla ricerca delle scarpe da far provare a Nicholas con una scimmia urlante sotto il braccio dx e che si divincola come un serpente...(scimmiaserpente) ne vedo un paio € 16,90!benissimo!!!! c'è il numero yeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!arrivo da Nicholas che è sdraiato in terra a giocare con un camioncino di plastica che usava forse ad un anno...

"NIcholas alzati e siediti...proviamo le scarpe..." le infila...
Nic: MI DANNO FASTIDIO
-_______________________________________________-
E da li un susseguirsi di 15 paia di scarpe provate che GLI DAVANO FASTIDIO, O STRINGEVANO O ERANO GRANDI...O USCIVANO...ovviamente con la scimmiaserpente sempre sotto il braccio ad intervalli (mentre provavo la scarpa lei correva a giocare con le tazzine mettendone puntualmente una in bocca facendo finta di bere così dovevo con un occhio, quello buono, controllare che lei non ciucciasse ogni sorta di giocattolo e che non prendesse i fazzoletti mocciosi che qualche genitore a quanto pare ha deciso di lasciare come ricordo del proprio figlio)

mentre giro sconsolata per il negozio con il golfino mezzo sceso (avevo uno scaldacuore) e pure la cerniera dei jeans abbassato(me ne sono accorta dopo) penso che non posso uscire da li senza un paio di scarpe...non posso dover andare nell'altro negozio al centro commerciale...ma dopo l'ennesimo paio che MI DA FASTIDIO gli intimo di mettere le scarpe, Alessia nel passeggino non ci vuole tornare -_- in braccio...usciamo...mi dirigo alla macchina facendo una predica che manco mia mamma mi faceva...nemmeno ricordo cosa dicevo...molto probabilmente parlavo più da sola...salgono in macchina...li lego e ripartiamo...

Parcheggio tattico in modo che appena entro salgo e l'unico negozio che vedono E' QUELLO DELLE SCARPE ovviamente prima di entrare riparte la predica...

Entriamo...Alessia nel passeggino...qui ci sono meno scarpe (SPERIAMO) però posso parcheggiare loro vicino e spostarmi nei loro dintorni senza prendermi la scimmiaserpente sotto braccio...comincia a fgrignare...ha sonno faccio la mammadicacca e le faccio vedere i cartoni sul cellullare...non ce la posso fare voglio trovare un paio di scarpe e andare a casa A FARE I COMPITI...

Ricomincia l'odissea del trova la scarpa, prova, MI DA FASTIDIO fino all'ultimo paio..."si dai forse"
OKKKKKKKKKK ANDIAMO LE ABBIAMO TROVATE RIMETTI LE SCARPE

"Mammmaaaaa guarda chi c'è il mio amico!!!!!!!!!!!!!!!" 
(no ti prego voglio andare a casa ti prego)
"Te l'avevo detto che era lui dalla voce perchè dicevi di no"
(niente amore volevo solo andare a casa perchè poi tu parli...parli...e parli ancora...)
"quando torno posso uscire a giocare"
NO HAI DA FARE I COMPITI
" e dopo i compiti"
(voglio andare a casa)
Mamma bimbo:ah ciao allora venerdì ci siete.(oddio cosa c'è venerdì) 
SORRIDO (penso...ripenso AH AZZO LA FESTA DI COMPLENNO!) 
IO : certooooooooooooooooo (segna Laura segna comprare regalo di compleanno)

Arrivo in cassa mi cade la scatola delle scarpe dal passeggino e si sfracassano  al suolo (ovviamente negozio semi deserto) pago...la commessa mi guarda divertita (AZZO TI RIDI PENSO) ma le dico GRAZIE ARRIVEDERCI

scendiamo le scale, saliamo in macchina HO SETEEEEEEEEEEEEE prendo una bottiglietta di acqua dalla mia borsa sperando non sia vecchia da troppo tempo...( U_U) e gliela passo...POSSO ARRIVARE A CASA SANA POSSO SI SI...

Arriviamo a casa...io sono da strizzare...sono docile come un leone...e ora dobbiamo fare i compiti...

comunque...io volevo solo andare dieci minuti a comprare le scarpe...giuro che non lo faccio più promesso

Nessun commento:

Posta un commento