Etichette

bambini (181) cucito (150) un po' di me (118) Riciclo creativo (114) cucina (49) Natale (43) bijux (37) lettura (16) punto croce (16) Collaborazioni (15) anti crisi (11) informazioni (11)

COLLABORAZIONI

Sei un azienda produttrice o venditrice di tessuti e altro materiale dedicato al cucito e al mondo delle creative?
contattami! Saro ben felice di provare e recensire i Vostri prodotti

martedì 14 gennaio 2014

Leggiamo un po'? LA MAMMA PERFETTA di Antonella Pfeiffer

Pensavate che avessi smesso di leggere?
SBAGLIATO! Mi scordo spesso ultimamente presa dal sonno e della stanchezza che sul mio comodino e " accampato" un libro...e me ne ricordo solitamente quando lo spolvero...ma non smetto mai di leggere...posso rallentare...posso leggere due righe e poi crollare dal sonno...ma smettere mai...i libri sono me e io sono loro...loro mi permettono di viaggiare oltre oceano in una giornata che magari è stata una " cacca"... non seguo delle linee " guida" non leggo sempre e solo alcuni libri...leggo una macedonia di stile e emozioni...passo dalle letture impegnate ( che trascuro da un po' in realtà ) a quelle leggere....a quelle adolescenziali....

Oggi voglio parlarvi di questo libro....
Ho deciso di comprarlo perché una mia amica ne aveva condiviso su facebook il titolo e vi confesso che mi sono innamorata di questa frase
" la mamma perfetta non esiste. E' inutile prendersi in giro perché la verità e' che fare la mamma e' un gran casino" 
Ecco dopo che me ne sono innamorata l'ho comprato...dovevo assolutamente leggere questo libro...dove per una volta l'essere mamma non era più tutto rose e fiori ma " e' un gran casino" 

Il libro nasce dai pensieri notturni della scrittrice ( ma dai? Deve essere cosa comune delle mamme allora sono esattamente le 0.16 ed io sono qui a pensare e poi scrivere...perché altrimenti CHI SI RICORDA COSA DOVEVO DIRE DIMANI MATTINA?

Trovate  una serie di " suddivisioni" se così si possono chiamare tra le donne e/o mamme...ci credete che io non mi sono trovata in nessuna?o meglio mi ritrovo in alcuni parti in parecchie categorie? ( e se io non la facevo semplice " mica" ero contenta)

Non esiste la categoria "Strambamamma" ^_^" questo e' appurato....allora la creo io...
E' quella che è' un mix tra

 " la mamma casalinga. A tempo pieno ( e aggiungerei che pensava sarebbe stato il suo sogno e poi si è' ritrovata ad odiare ogni singolo angolo di casa....) 

tra la " mamma che lavora part time ( perché non si Sa per quale strano miracolo ha trovato, in tempo
di crisi, un lavoro e pure part time ed è' praticamente rinata...con conseguente senso di colpa verso il figlio...perché quando dice " ah io avevo proprio bisogno di staccare " la gente la guarda così O_O come se avessi bestemmiato ) 

Tra la " la mamma che ogni bambino ha i suoi tempi: mamma mia quante volte ho detto questa frase?quando incontrando altre mamme i figli venivano inevitabilmente paragonati? Messi li...come alla fiera dei bimbi...per vincere che poi?quante volte ho guardato mio figlio e ho detto "ogni bimb ha i suoi tempi" perchè magari non era capace a chiudersi la cerniera del giubbino (che poi pensandoci adesso è così essenziale a 2 anni essere in grado di allaciarsi la cerniera? per me in quel momento si...vai a sapere perchè)  e quante volte l'ho detta a mamme preuccupate perchè il mio santellava su un piede solo e il loro no? ( anche qui ovviamente cosa essenziale a 2 anni vero?) noi mamme siamo una strana "razza" questo è risaputo....

Tra " la mamma che "il mio Sa Già fare tutto" Oddio non proprio così però ammetto che se vado indietro nel tempo qualche volta devo essermi vantata pure io di qualcosa che faceva mio figlio...involontariamente eh....ma ci sono cascata pure io voi no? Io ricordo benissimo che all'inizio quando Nicholas cominciava a fare qualcosa " quella cosa" diventava l'oggetto delle mie conversazioni...
deve essere stato davvero interessante ascoltarmi mentre parlavo di come mio figlio avesse imparato a riconoscere le sue scoreggine.... oppure di quante volte Nicholas quel pomeriggio avesse battuto le mani...
." Ma lo sai che oggi mi ha guardata in un modo diverso? 
Per non parlare della prima volta che ha detto mamma ( che poi ve lo confesso credo di averlo sentito chiamare mamma direttamente a 10 gg di vita perché il mio cervello era talmente sincronizzato che sentiva ciò che voleva sentire...ovviamente non aveva chiamato mamma...ma ditelo a quelle povere persone che mi ascoltavano)....
non vi racconto di cosa e' successo la prima volta che Nicholas si è alzato in piedi da solo...anzi si ve  lo racconto perché mi derido da sola...devo aver chiamato tutti marito, nonni, cognata, scritto alle amiche...tutto per comunicargli che mio figlio il 31 05 2011 si era alzato in piedi e che quel giorno era il mio compleanno e quindi me lo aveva fatto come regalo di compleanno...cioè capite? Ero convinta che mio figlio sapesse che quel giorno fosse il mio compleanno -_______-
Non ricordo altri episodi di Strambita' mammesca ma c'è ne sono sicuramente...

Ci sono anche le mamme apprensive e quelle " intanto si temprano" ecco io qui credo di essere normale...sono nella metà...mio figlio e tra quelli che hanno preso botte...ma non botte troppo rovinose...sono tra quelle che ha messo suo figlio per terra circondato da cuscini in modo che potesse cadere ma senza troppi traumi.....io sono tra quelle che anche se si sporca non fa nulla...quella che non gli fa la cura per l'influenza in inverno ( anche se visto il nostro dicembre forse sarebbe meglio di si...ma anche no ^_^) quella che ha il terrore che le scappi di mano e ha il terrore che scappi di mano agli altri...quella che lo lascia andare con i nonni al mare da solo e la notte non dorme e trema perché pensa alle cose più atroci che possano succedergli...quella che fosse per lei starebbe sempre con lui ma poi si obbliga per il bene suo e pure il mio ( perché altrimenti mi ricoverano e' sicuro) a fare il contrario...sono nel mezzo...e mi va bene così...

Non possono mancare le mamme che si lamentano sempre...me conosco un paio...io non mi lamento sempre ma a volte si..non so perché lo faccio...perché mai è dico mai rivorrei indietro la mia vita di prima....ma mi capita...mi capita quando penso che sono 3 anni  che in realtà non passo una notte intera dormendo...mi capita quando vedo che non riesco a controllare Nicholas e la sua scoppiettante energia...capita...capita di lamentarsi...ma poi paradossalmente non vorrei niente di diverso da quello che ho...quindi forse effettivamente potrei anche far senza lamentarmi e risparmiare le parole per cose più interessanti,,,

Poi ci sono quelle che " figlio unico nooooo" io dove sto? Io passo periodi in cui mi dico " figlio unico? Mai" e dopo 10 minuti mi guardo allo specchio ( giuro che lo faccio davvero) e mi dico " con il cavolo che faccio il secondo"...i motivi per fare un secondo figlio sono tanti...i motivi per non farlo altrettanti...la decisione giusta non esiste ognuno ha la sua...certo che scoccia un po' quando ti incontrano e cominciano " allora il secondo quando?" E mi verrebbe da rispondere " e i cavoli tuoi quando? " ma alla fine sorrido ( credo di sorridere almeno...poi se ci riesco davvero non lo so in quel momento lo specchio non c'è ) e penso che farò quello che meglio credo....che in fondo sarà giusto per noi...( per il momento i momenti secondo figlio si sono più altri rispetto a secondo figlio no comunque.l.quelli arrivano solo nei momenti di sconforto) 

Poi si arriva a madri buone e madri cattive....e quindi li a chiedermi io che mamma sono? Cattiva no di certo...ma buona....non lo so se posso mettermi nella categoria delle mamme buone...quando andavo a scuola il buono era 8 in pagella....in realtà io mi sento una mamma da 6....una mamma sempre sotto esame...che ok le cose principali le sa e le fa'....ma può e deve sempre migliorare...come posso darmi 8 con un bimbo di soli 3 anni? Forse mi sentirò una mamma da 8 quando lui sarà adulto...cresciuto...responsabile...con Un po' di sale in zucca...adesso proprio no...adesso ci provo ad a essere una buona mamma...quella che c'è sempre quando ne ha bisogno e quella che riescie a farsi da parte ( o almeno ci provo) ma sono anche la mamma che a volte e stanca e non gioca con lui ( con relativi sensi di colpa ) quella che " di corsa che siamo in ritardo" quella che a volte perde la pazienza...insomma una mamma da 6...si può dire che sono una " mamma in costruzione" ?

Io sono una mamma contradditoria...perchè prima che nascesse mio figlio io ero quella "mai nel lettone" e poi dopo due anni di avanti e indietro dalla cameretta...di notti insonne...la stanchezza ha avuto la meglio...e "nel lettone si"...
perchè io ero quella che quando vedeva un bambino buttarsi a terra in un centro commerciale e fare i capricci dicevo "mio figlio? MAI si sognerà di fare una cosa del genere" e adesso quando vedo un bambino che lo fa penso "ahhh meno male non sono la sola"
perchè io ero quella che "io giocherò sempre con mio figlio" ed invece a volte adesso sono stanca o le faccende mi occupano del tempo e gli dico di no"

Sono una mamma così...una mamma che ha i giorni in cui le sembra di poter spaccare il mondo e che ha dei giorni dove le sembra di non riuscire a fare niente di buono...giorni in cui si chiede se quello che sta facendo è giusto...e giorni in cui a volte torna bambina con suo figlio...

Che dire il libro e' carino.mi aspettavo di leggere un po' più di pasticci di questa mamma..così da sentirmi meno stramba...ed invece non è stato così...ma il libro e molto scorrevole fa riflettere ( si è visto no? Guarda che papiro che ho scritto ) racconta il punto di vista di una mamma che in alcuni punti sarà uguale al vostro in altri forse no...ma è pur sempre un confronto...non è un libro di come si fa la mamma...nemmeno un libro sui consigli ( se non calcoliamo le ultime pagine) e' un libro che vi fa entrare nel cuore e nei pensieri di questa donna e mamma...è un bel viaggio...che non i farà andare oltre oceano...o in egitto...e un viaggio che vi farà viaggiare e sorridere...un viaggo che vi farà guardare dentro...



Buona Lettura


8 commenti:

  1. A parte che il mio cinquenne ancora si incasina nell'allacciarsi la giacca...
    Ma questo post è fantastico! E' tutte le mamme!!
    Sicuramente è un po' anche me ^_^ !
    Imperfetta, difettosa, stralunata, distratta. Ma amorevole, dedita, premurosa, ...
    Un pezzettino di tutte quelle lì, del libro, ma anche il loro opposto.
    E tu sei una Mamma Fantastica, Laura, il perché si legge in mezzo a tutte queste righe ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carla spero di avervi strappato un sorriso...
      Il realtà io sono molto peggio di così...molto più pasticciona U_U

      Elimina
  2. Anche io sto tentando di riprendere a leggere ... costantemente ... ma ricomincio poco x volta :) .. l'ultima pagina di un libro l'ho toccata sabato scorso da non so quanto tempo! ... ti ho nominata per il premio Liebster Award :) Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!!! Oh guarda se ti dico come e quando leggo io...no meglio che non te lo dico ;) grazie ancora bacioni

      Elimina
  3. Ah ah, anch'io chiedo sempre del secondo figlio, bisogna che la smetta! Però ti posso dire che con il secondo si è meno 'strambe'... perché non hai il tempo di esserlo! Mi riferisco ai quintali di foto che ho fatto di mio figlio il primo anno.. ogni giorno!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla Silvia credo che sta cosa non dai fastidio a tutti! io sono un po' stramba anche in quello...difficilmente sopporto le domande che entrano nella mia vita...sono asociale un po' stronza come dice mio marito ^_^" per il resto sono sicura che sarà sicuramente come dici tu...già ora vedo la differenza tra il primo anno di vita di Nicholas...credo di aver immortalato ogni minima cosa il primo anno...ora un po' meno...tanto meno :P

      Elimina
  4. Ciao, il tuo blog è simpaticissimo e ti ho scoperta grazie all'iniziativa di Lola Godoy... Questo post è bellissimo XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Vengo subito a fare un salto da te

      Elimina